Press Releases

Yale e CLS costruiscono una soluzione logistica duratura con Sacchi Elettroforniture

 Link permanente   tutti i messaggi

Lunghi anni di stretto rapporto di assistenza sull'intera gamma di prodotti Yale® per soddisfare le esigenze dei clienti: ecco il segreto del successo di CLS con Sacchi Elettroforniture.

F105 - Sacchi - Content Image“Sacchi ci ha esposto le sue particolari problematiche nel settore della logistica, richiedendo la movimentazione di un'intera gamma di articoli sia all'interno che all'esterno del magazzino su turni di 24 ore” ha spiegato il Dott. Crovetto, CLS-Yale Sales Manager. "In CLS siamo molto orgogliosi del nostro stretto rapporto fornitore-cliente e da oltre un decennio siamo molto attenti a seguire le esigenze e le richieste logistiche di Sacchi e questo ci permette di saperci costantemente adattare alle loro esigenze.”

Il cliente: Sacchi Elettroforniture

Sacchi Elettroforniture fu fondata nel 1957 ed è oggi leader nella vendita all'ingrosso e al dettaglio di apparecchiature elettriche, dispositivi di illuminazione, elettrodomestici e altri prodotti. Da oltre 60 anni Sacchi offre servizi di alta qualità, fornendo i prodotti e le soluzioni migliori possibili, con 56 punti vendita di materiale elettrico in Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana e Trentino, 2 centri commerciali per l'elettronica di consumo, un centro logistico con più di 50.000 articoli disponibili nell'arco di 24 ore e una flotta di 100 veicoli. Più di 1.000 persone lavorano in perfetta sinergia, con alti livelli di esperienza per rispondere prontamente alle richieste di oltre 40.000 clienti.

Il centro logistico di Desio (Monza Brianza, Lombardia), che è al centro di questa professionale rete di vendita al dettaglio, copre un'area di 36.000 metri quadrati, che comprendono un magazzino automatizzato da 3.000 metri quadri per lo stoccaggio dei pallet e un magazzino automatizzato da 2.000 metri quadri per materiali sfusi e scatole, con disponibilità immediata di 50.000 articoli e di 300.000 articoli su ordinazione. La struttura del magazzino è progettata in modo da agevolare il prelievo e lo stoccaggio di scatole, pallet e bobine di cavi, anche ad altezze particolarmente elevate.

Questo centro di distribuzione serve direttamente i clienti Sacchi come pure le numerose filiali situate nell'Italia settentrionale.

Sacchi sceglie Yale e CLS

Nel 2004, il costante sviluppo di Sacchi ha reso necessario il trasferimento dal precedente centro di logistica e distribuzione di Lissone ad una sede più grande e tecnologicamente avanzata a Desio. Le nuove caratteristiche del magazzino hanno comportato anche il completo rinnovo della flotta, con la sostituzione graduale dei precedenti macchinari nell'arco di quattro anni, a favore di Yale quale fornitore ufficiale preferenziale. Da oltre 12 anni, Yale e CLS forniscono soluzioni logistiche a Sacchi, con un deciso incremento del loro rapporto lavorativo a partire dal 2008.

Questo ha comportato la piena consultazione sulle richieste, con l'indicazione di particolari adattamenti ai carrelli destinati a Sacchi e con la fornitura della gamma personalizzata di prodotti Yale, per i quali CLS fornisce la necessaria assistenza e manutenzione. Ne è risultato un rapporto molto intenso ed efficiente dal punto di vista operativo, grazie alla competenza specializzata e alla tempestiva assistenza.

Personalizzazione in base alle esigenze di carico

La gestione della logistica è verticale e i carrelli lavorano in squadre con un magazzino automatizzato più grande, affiancato alle tradizionali aree di immagazzinaggio, che si integrano perfettamente alle attività di movimentazione dell'intera catena di distribuzione.

Nella sede di Desio operano più di 80 carrelli controbilanciati e da magazzino, che si aggiungono ai circa 50 carrelli utilizzati nelle varie filiali del cliente. La flotta è varia per soddisfare le svariate esigenze di movimentazione all’interno di una straordinaria struttura di stoccaggio. I tradizionali carrelli controbilanciati, con portate da 1500 a 4000 kg, sono assistiti dai carrelli commissionatori verticali con operatore a bordo, destinati alle operazioni di prelievo e stoccaggio su grandi scaffali o scaffali per pallet, che in alcuni casi sono dotati di specifici equipaggiamenti appositamente progettati per Sacchi. 

I transpallet elettrici con e senza piattaforma sono usati per le operazioni di movimentazione interne e per il sollevamento dei carichi. I carrelli retrattili sono impiegati per la movimentazione di prodotti particolarmente voluminosi (pallet o casse) lungo le corsie del magazzino, grazie alla grande manovrabilità dei carrelli Yale negli spazi ristretti. 

Sacchi si affida all'efficienza dei carrelli per eseguire alcune attività ausiliarie di movimentazione quotidiana, quali la gestione dei rifiuti in grandi contenitori di metallo all'esterno dell'area, per la quale i carrelli Yale® sono stati personalizzati sostituendo le tradizionali forche con specifiche attrezzature per spostare e ruotare i container.

L'ottimizzazione dei processi e l'attenzione ai rifiuti da parte di Sacchi ha portato, nel 2008, all'identificazione di una soluzione personalizzata: un’area di ricarica per le batterie dei carrelli elevatori, l'uso di una doppia batteria, normalmente con carica batteria ad alta frequenza, e di un carrello personalizzato Yale per le operazioni di sostituzione batterie, azioni che ha consentito di ridurre drasticamente lo spazio impiegato per la ricarica dei carrelli e di garantire la disponibilità ininterrotta dei mezzi.

In specifiche operazioni di movimentazione, come ad esempio nelle sedi caratterizzate dalla presenza di container o bobine di dimensioni diverse, sono installati opportuni traslatori e posizionatori su ciascun carrello, prevalentemente carrelli retrattili Yale della serie MR. Le esigenze di manutenzione in questi casi richiedono lo stoccaggio delle bobine su alti scaffali e per questo occorrono carrelli particolarmente stabili.

Nel corso degli anni, grazie alla grande efficienza del centro logistico, Sacchi ha ridotto la dimensione dei sui magazzini mantenendo invariate la qualità del servizio e la disponibilità dei prodotti. Yale ha collaborato con il cliente per individuare i carrelli più adatti alla movimentazione in spazi ristretti, con caratteristiche "user friendly" per l'operatore e dimensioni più compatte (Sacchi è passato da carrelli retrattili con una capacità di sollevamento di 2,5 tonnellate ad altri con capacità di 1,6 tonnellate).

L'ergonomia dell'operatore è fondamentale

“Le condizioni ergonomiche dei nostri dipendenti sono per noi un aspetto fondamentale, e la scelta del carrello tiene conto sia della movimentazione dei materiali che del comfort dell'operatore” conferma Giuseppe Pellegatta, General Service e Logistics Manager di Sacchi. “E non bisogna dimenticare la facilità di guida, grazie alla presenza dei joystick e agli interni ergonomici delle cabine”. 

Molte delle modifiche richieste puntano a migliorare la protezione degli operatori in specifiche applicazioni di Sacchi, ad esempio l'inserimento del tettuccio di protezione sopra al vano operatore per assicurare la protezione contro la caduta di oggetti, oltre ai cambi programmati degli pneumatici e ai sedili ergonomici.

Efficacia dei costi, produttività e tutela dell'ambiente

"Possiamo raccomandare Yale su tutti i fronti" ha proseguito Pellegatta. "I dispositivi elettronici dei carrelli sono sofisticati, senza alcuna difficoltà nell'uso dei sistemi telematici e gli strumenti per la diagnosi di eventuali anomalie sono estremamente intuitivi e di facile impiego.  Questo favorisce indubbiamente la nostra produttività”. 

L'ottimizzazione del funzionamento dei carrelli e della manutenzione di pneumatici e forche sono aspetti ai quali CLS e Sacchi prestano grande attenzione.  Yale e CLS offrono a Sacchi un servizio agile ed efficiente con rapidi tempi di reazione e con la fornitura di una flotta estremamente manovrabile e affidabile.

In questo clima di generale incertezza, nel 2008 Sacchi decise di passare ad un contratto di noleggio, per ottimizzare il numero delle macchine in funzione del flusso di lavoro ed è grata a CLS per essere riuscita a fornire la flessibilità e puntualità di servizio di cui avevano bisogno. Con l'inaugurazione nel 2010 del nuovo magazzino automatizzato, i vecchi carrelli furono sostituiti da un'intera flotta Yale e il concessionario ha pienamente soddisfatto le esigenze del cliente con una soluzione combinata che prevedeva il noleggio e l'acquisto dei carrelli.

Inoltre, Sacchi è stato molto attento ai rifiuti e all'impatto ambientale. Dieci anni fa installarono i carica batterie ad alta frequenza in sostituzione dei classici modelli, per ridurre il consumo energetico e il tempo di sostituzione delle batterie.

“Il prodotto è eccellente e la collaborazione con Yale e CLS assicura flessibilità e rapida assistenza professionale, con la consulenza sulla scelta dei carrelli in base alle specifiche esigenze.  Questo è un servizio che rappresenta indubbiamente un importante valore aggiunto” ha concluso Pellegatta. “L'alta qualità dei prodotti Yale, unita ai servizi CLS, offre prestazioni complete e ci sgrava dell'onere logistico: possiamo così dedicarci ai nostri clienti, ai nostri 1.000 dipendenti, alle specifiche tecniche degli ordini”.