Press Releases

Yale taglia i costi per Antalis in Estonia

 Link permanente   tutti i messaggi

Antalis è cresciuta fino a divenire uno dei principali fornitori mondiali di carta e soluzioni per l'imballaggio. Nonostante alcune difficoltà incontrate negli ultimi anni, ha recentemente investito in una nuova flotta per la movimentazione dei materiali nel cuore delle sue attività, in Estonia. Grazie a Yale e al suo distributore estone, Laadur, l'azienda ora è attrezzata per trarre il meglio dalla svolta economica e per realizzare grandi risparmi sui costi nelle proprie attività di magazzino esistenti.

Antalis Il rapporto tra le tre aziende risale a più di 15 anni fa, quando il ramo estone di Antalis era una società indipendente, nota come Balti Paberi AS. All'epoca la società operava nella commercializzazione della carta ed era di dimensioni molto più ridotte, con un piccolo magazzino e attrezzatura di movimentazione di seconda mano. Nel 2003, dopo una serie di acquisizioni, l'azienda si è ampliata fino a occupare una struttura molto più grande, appositamente costruita, di 2200 metri quadri per la quale era necessaria una soluzione di movimentazione molto più efficiente.

Dopo una severa selezione avvenuta tramite una gara di appalto, Laadur si è aggiudicata l'affare ed è stata attivamente coinvolta nella progettazione del nuovo magazzino prima di fornire la flotta di carrelli retrattili e controbilanciati Yale.

Inizialmente il contratto era triennale, ma a causa della recessione mondiale è stato esteso di altri cinque anni in quanto l'azienda era restia a sostituire l'attrezzatura in un periodo così incerto da un punto di vista economico. Tuttavia, sebbene l'attrezzatura originale funzionasse ancora con la massima efficienza, la soluzione originale per l'applicazione doveva essere riportata in linea con i piani di crescita dell'azienda e con le mutate esigenze aziendali.

Fred Märtsoo, Amministratore delegato di Laadur, ha spiegato: "I carrelli hanno offerto un servizio eccellente e Antalis è rimasta impressionata dalla loro affidabilità e produttività.

Tuttavia si arriva a un punto in cui i costi di assistenza e manutenzione aumentano e siamo stati in grado di dimostrare all'azienda che mantenere in funzione una flotta che invecchia diventa sempre più antieconomico".

L'onesta valutazione della flotta esistente ha spinto Antalis a prendere in considerazione una sostituzione totale e l'anno scorso è stata indetta una gara d'appalto per un contratto per nuovi carrelli.

Fred Märtsoo ha aggiunto: "Negli ultimi anni abbiamo assistito alla tendenza da parte delle aziende a passare dai contratti di noleggio a lungo termine all'acquisto diretto, per la sicurezza percepita normalmente associata a questa soluzione. Durante la recente crisi finanziaria molti si son visti portar via i carrelli quando hanno avuto difficoltà a pagare le rate del noleggio. Di fatto il mercato è passato dall'80% di noleggio e 20% di acquisto al 50% di acquisto.

Come conseguenza, il prezzo di acquisto iniziale è divenuto la considerazione più importante per molte aziende, in particolare per i Paesi dell'ex blocco orientale in cui l'impatto della crisi finanziaria è stato particolarmente pesante. Molte aziende si sono trovate in cattive acque dopo aver corso troppi rischi con i contratti di leasing.

La nostra sfida consisteva nel convincere Antalis dei vantaggi di un contratto di lungo termine e dell'importanza di prendere in considerazione i costi dell'intera durata della vita utile di un carrello."

Grazie anche al rapporto di fiducia che si è creato tra Laadur e Antalis, la proposta Yale/Laadur ha vinto la gara e ha sostituito la flotta esistente con due carrelli retrattili MR14 e un carrello controbilanciato elettrico ERP15VT. Un carrello controbilanciato a gas esistente con una speciale attrezzatura a pinza resterà in servizio affiancato da un nuovo commissionatore con sollevamento a montante MO10S.

Il carrello commissionatore e altri nuovi carrelli sono stati forniti con un contratto di leasing operativo. Questo nuovo modello recentemente lanciato da Yale è pensato per svolgere un ruolo fondamentale, in quanto la piattaforma di sollevamento più elevata consente di accedere facilmente ai pallet posizionati in alto nel magazzino da 7,8 m di altezza.

La manutenzione di tutta la nuova attrezzatura continuerà ad essere effettuata dal team di Laadur composto da 24 tecnici di assistenza, nell'ambito di un contratto che sta già pagando i dividendi ad Antalis.

Gunnar Vahter, il responsabile dei trasporti e del magazzino dell'azienda, ha spiegato: "Con la sostituzione della flotta vediamo già una significativa riduzione delle spese di riparazione della vecchia flotta originale e di altri costi operativi."

"La nuova apparecchiatura è inoltre in grado di gestire una gamma più ampia e più varia di carichi, che per noi è un fattore importante in quanto espandiamo costantemente la nostra offerta di prodotti. Laadur e Yale hanno proposto un pacchetto di soluzioni abbastanza flessibile in grado di soddisfare le nostre esigenze attuali e future."

"Il mercato in cui operiamo cambia in continuazione e adattiamo continuamente le nostre linee di prodotto per mantenerci davanti alla concorrenza. Ad esempio, di recente abbiamo esteso la nostra attività con il servizio di imballaggio dei prodotti e per farlo dobbiamo spostare una gran quantità di carichi dalle forme più insolite per tutto il magazzino.

Abbiamo inoltre l'esigenza di affidabilità eccezionale e di riscontri rapidi del servizio di assistenza in quanto l'attività nel nostro magazzino, che conta 3000 postazioni pallet, può diventare molto frenetica.

Tramite il nostro magazzino una gamma composta da più di 3000 prodotti diversi viene fornita ai nostri clienti, per questo è fondamentale che tutto funzioni con la massima efficienza per mantenere la nostra posizione di leader del mercato. Ciò che apprezziamo particolarmente è che Yale e Laadur sono riuscite a ottenere questo risultato portando un reale risparmio di costi alla nostra attività."

I carrelli Yale attualmente operativi nella sede hanno dimostrato affidabilità e flessibilità. Joel Joa, Territory Manager di Yale Europe Materials Handling ha aggiunto: "La nostra serie MO offre una delle soluzioni più efficienti ed economicamente convenienti per il commissionamento.

In Estonia, i commissionatori come questo sono ancora poco diffusi, per questo l'esperienza offerta da Laadur ha dato a Yale un netto vantaggio in termini di sviluppo di soluzioni per aziende innovative e progressiste come Antalis.

Siamo entusiasti e ci auguriamo di lavorare con entrambe le aziende per molti altri anni a venire."